Minorazioni civili: trasferimenti all'INPS

Come forse si ricorderà, la Legge 2 dicembre 2005, n. 248 prevede (art. 10) una misura che riguarda le procedure di riconoscimento dell'invalidità civile, della cecità civile e del sordomutismo. Vengono infatti trasferite all'INPS le funzioni di verifica attribuite precedentemente al Ministero dell'economia. Fino ad oggi, tutti i verbali delle Commissioni delle Aziende Usl, prima di essere consegnati al cittadino, devono essere approvati dalla Commissioni Mediche di Verifica del Ministero dell'economia. La Commissione può convalidare i verbali, oppure richiedere approfondimenti oppure convocare a nuova visita i cittadini. Inoltre poteva effettuare controlli periodici a campione.

Con la Legge citata tutte queste competenze, assieme a tutto il personale e alle risorse economiche necessarie, sono trasferite all'INPS, l'Istituto cui già è affidata l'erogazione delle provvidenze economiche agli invalidi civili, ciechi civili e sordomuti. Dal 2005, cioè dall'approvazione della Legge 248 citata, si attendeva un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che rendesse effettivi questi trasferimenti. Il Decreto è ancora in via di perfezionamento, ma già il Ministero dell'economia e delle finanze, con Circolare 759 del 29 marzo 2007, ha fornito indicazioni e modalità operative alle proprie Commissioni di verifica.

Dal primo aprile 2007 tutti i verbali devono essere trasmessi, dalle Commissioni delle Aziende Usl, non più Commissioni Mediche di Verifica del Ministero dell'economia, agli uffici INPS di riferimento.

Nel caso in cui le Commissioni Mediche di Verifica del Ministero dell'economia ricevano dopo questa data verbali dalle Commissioni delle Aziende Usl devono restituirle al mittente, non avendone più competenza. Le Commissioni Mediche di Verifica del Ministero dell'economia hanno tempo fino al 31 luglio 2007 per completare le procedure di controllo sui verbali ricevuti prima del 1 aprile 2007. Dopo tale data, per le pratiche inevase si dovranno consegnare tutte le documentazioni all'INPS.

Le Commissioni Mediche di Verifica del Ministero dell'economia dovranno consegnare anche la documentazione relativa agli accertamenti sulla sussistenza dei requisiti sanitari nei riguardi degli invalidi civili titolari di provvidenze economiche (si legga: controlli a campione), non ancora conclusi al 31 marzo 2007. Infine, per tutti i ricorsi giurisdizionali depositati a partire dal primo aprile 2007, la legittimazione passiva in giudizio spetta all'INPS. Da un punto di vista operativo sono da prevedere gravi disagi e ritardi per i cittadini soprattutto nell'immediato.

Oltre all'iniziale probabile disorientamento da parte delle stesse Commissioni Usl, è da supporre che in molte realtà gli stessi uffici INPS siano tutt'altro che adeguatamente attrezzati ed organizzati per assorbire l'ingente mole di pratiche in arrivo.

29 marzo 2007

Carlo Giacobini
Responsabile del Centro per la documentazione legislativa
Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare
Direzione Nazionale