Deliberazione della Giunta Regionale – Regione Sardegna del 23 dicembre 2011, n. 52/87

Legge n. 162/1998. Fondo per la non autosufficienza. Piani personalizzati di sostegno in favore delle persone con grave disabilità. Delib.G.R. n. 46/50 del 16.11.2011. Persone con disabilità grave che vivono da sole e riapertura termini.”

 

L’Assessore dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale riferisce che la Giunta regionale ha approvato la deliberazione n. 46/50 del 16.11.2011 relativa al “Fondo per la non autosufficienza: Piani personalizzati di sostegno in favore delle persone con grave disabilità. Criteri per la predisposizione e l’erogazione dei finanziamenti. Programma 2011 da attuarsi nell’anno 2012”.

La deliberazione, oltre a stabilire i criteri per la predisposizione congiunta dei piani personalizzati da parte dei Servizi Sociali dei Comuni e delle famiglie delle persone con handicap grave, sulla base della conferma dei criteri come modificati con la deliberazione n. 45/18 del 21.12.2010 ad eccezione di alcune specifiche modifiche, ha stabilito quale termine ultimo per la presentazione dei piani da parte dei Comuni la data del 16 dicembre 2012.

Successivamente all’approvazione della deliberazione, continua l’Assessore, è stata segnalata da parte delle Associazioni di categoria, da parte dei Comuni e anche da parte di singoli cittadini, la differenza di punteggio troppo ampia, prevista nell’allegato A della Delib.G.R. n. 45/18 del 21.12.2010, tra i 14 punti assegnati alla voce “5.2.3. Carico assistenziale familiare” nei casi di assistenza da parte dei familiari superiore alle 23 ore giornaliere, e i soli 6 punti attribuiti alle “persone con disabilità grave che vivono da sole”, punto “5.2.4. Particolari situazioni di disagio”.

L’Assessore ritiene che tale differenza sia effettivamente troppo ampia e che si renda necessario ristabilire il principio di equità tra le due casistiche e ritiene indispensabile riequilibrare, per quanto possibile, il punteggio tra le persone che hanno assicurata un’assistenza da parte dei familiari e il punteggio delle persone con disabilità che vivono sole, al fine di consentire un sufficiente regime assistenziale anche ai casi di persone con disabilità grave che si ritrovano a non poter usufruire di nessuna forma di assistenza familiare.

L’Assessore propone pertanto alla Giunta che sia assegnato alle “persone con disabilità grave che vivono da sole” il punteggio massimo di cui alla voce “5.2.4. Particolari situazioni di disagio” di cui all’allegato A della Delib.G.R. n. 45/18 del 21.12.2010 incrementandolo, laddove riconosciuto, da 6 a 11 punti.

Tale incremento di punteggio sarà applicato diretta

mente dalla Direzione generale delle Politiche Sociali intervenendo su ciascun piano trasmesso, senza alcuna necessità di modifica da parte dei Comuni.

L’Assessore informa quindi la Giunta che sono stati segnalati numerosi casi di persone con disabilità grave, che, pur avendo usufruito con continuità negli scorsi anni del piano personalizzato in quanto in possesso dei requisiti di legge e con il piano in corso nel 2011, al 16 dicembre del corrente anno, data ultima di presentazione dei piani, si ritrovano temporaneamente privi del riconoscimento del comma 3 art. 3 della L. n. 104/1992, in attesa di riconoscimento da parte della Commissione sanitaria competente e quindi impossibilitati a presentare il piano annuale, sebbene abbiano per tempo nel corso del 2011 inoltrato richiesta di conferma del riconoscimento dello stato di handicap grave di cui al comma 3 art. 3 L. n. 102/1992.

L’Assessore propone quindi che per tutte le persone con disabilità che hanno il piano personalizzato in corso nel 2011, che hanno fatto richiesta e sono in attesa di conferma del possesso del riconoscimento del comma 3 art. 3 della L. n. 104/1992, e che avranno confermati dalle Commissioni mediche competenti tali requisiti nel periodo dal 17 dicembre 2011 al 30 aprile 2012 sia necessario procedere ad una riapertura dei termini per la presentazione dei piani e di finanziarli per il periodo dall'1.6.2012 al 31 dicembre 2012.

La Giunta regionale, sentita la proposta dell’Assessore dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale, visto il parere favorevole di legittimità del Direttore generale delle Politiche Sociali

DELIBERA

- di incrementare, per le persone che vivono sole, da 6 punti a 11 punti il punteggio di cui alla voce “5.2.4. Particolari situazioni di disagio” dell’allegato A della Delib.G.R. n. 45/18 del 21.12.2010. Tale incremento di punteggio, laddove riconosciuto, sarà applicato direttamente dalla Direzione generale delle Politiche Sociali intervenendo direttamente sui dati trasmessi da ciascun Comune e rideterminando il relativo importo del piano personalizzato;

- di procedere ad una riapertura dei termini per la presentazione dei piani in favore di tutte le persone con disabilità con il piano personalizzato in corso di attuazione nel 2011 e che, richiesta la visita nel 2011, sono in attesa di conferma da parte delle commissioni mediche competenti del possesso del riconoscimento del comma 3 art. 3 della L. n. 104/1992 e che avranno riconfermati tali requisiti nel periodo dal 17 dicembre 2011 al 30 aprile 2012;

- di finanziare i progetti personalizzati pervenuti sulla base delle riapertura dei termini, avendo i requisiti richiesti, piano in corso nel 2011 e attestazione possesso riconoscimento art. 3 comma 3 L. n. 104/1992, per la quota parte di anno dal 1° giugno al 31 dicembre 2012.

 

Il Direttore Generale

Gabriella Massidda

 

Il Presidente

Ugo Cappellacci