Deliberazione della Giunta Regionale – Regione Sardegna 26 aprile 2011, n. 20/7

Approvazione della bozza di convenzione tra la Regione Autonoma della Sardegna e l'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale in attuazione dell'Accordo quadro, di cui all'art. 20 decreto legge n. 78 del 2009 convertito in legge 3 agosto 2009 n. 102 tra il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali e le regioni per l'affidamento all'Inps delle funzioni concessorie nei procedimenti di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità.”

 

L’Assessore dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale ricorda che il decreto legislativo 17 aprile 2003 n. 234, ha conferito alla Regione Autonoma della Sardegna le funzioni e i compiti di cui al decreto legislativo n. 112/1998, tra cui quelle inerenti la concessione dei trattamenti economici d’invalidità civile.

L’Assessore ricorda inoltre che la Regione, in applicazione di quanto disposto dall’art. 80, comma 8, della legge 23 dicembre 2000, n. 388 e dalla legge regionale 12 dicembre 2003, n. 12, ha stipulato, nel febbraio 2005, una convenzione con l’Inps per l’esercizio delle funzioni di concessione dei trattamenti d’invalidità civile e, con successivo protocollo d’intesa, ha disciplinato l’utilizzazione di un contingente di n. 19 unità di personale per lo svolgimento degli adempimenti connessi alla trattazione delle pratiche d’invalidi

tà civile.

L’Assessore riferisce che l’art. 20 “Contrasto alle frodi in materia di invalidità civile” del decreto legge 1° luglio 2009, n. 78 “Provvedimenti anticrisi, nonché proroga di termini”, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 3 agosto 2009, n. 102, ha introdotto delle importanti modifiche alla disciplina relativa alla concessione dei trattamenti di invalidità civile, prevedendo l’entrata in vigore, dal 1 gennaio 2010, del nuovo procedimento per il riconoscimento dell’invalidità civile.

Tale procedimento prevede, tra le principali novità, l’integrazione delle Commissioni mediche delle Aziende Sanitarie Locali preposte agli accertamenti sanitari di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità con un medico dell’Inps quale componente effettivo; l’accertamento in capo all’Inps della permanenza dei requisiti sanitari nei confronti dei titolari di invalidità civile,cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità e, incaso di accertata insussistenza dei prescritti requisiti sanitari, l’applicazione dell’art. 5, comma 5, del D.P.R. n. 698/1994 che disciplina il procedimento di revoca dei benefici economici; che le domande volte ad ottenere i benefici economici in materia di

invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità siano presentate all’Inps che provvede in via telematica e in tempo reale alla trasmissione delle domande alle Aziende Sanitarie Locali.

Lo stesso art. 20 del decreto legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 3 agosto 2009, n.102, comma 4, ha rinviato ad apposito Accordo Quadro tra il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, la disciplina delle modalità di affidamento all'Inps delle attività relative all'esercizio delle funzioni concessorie nei procedimenti di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità al quale dare seguito con la successiva stipulazione di specifiche convenzioni tra l'Inps e le Regioni per regolare gli aspetti tecnici e informativi relativi al procedimento per l'erogazione dei benefici economici di invalidità civile.

Nella seduta del 29 aprile 2010, la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano ha approvato l’Accordo Quadro, ai sensi dell’art. 20 del decreto legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 3 agosto 2009, n. 102, tra il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano per l’affidamento della potestà concessiva dei trattamenti di invalidità civile.

L’Accordo prevede, in particolare, che le convenzioni da stipularsi tra Regioni e l’INPS regolino gli aspetti tecnico-procedurali dei flussi informativi necessari per la gestione del procedimento concessorio in ordine all’erogazione dei benefici economici connessi allo stato di invalidità civile di cui all’art. 20 della legge n. 102/2009.

L’Assessore riferisce ancora che nel corso del 2010 un apposito gruppo di lavoro composto da referenti designati dalla Direzione regionale dell’Inps, dalla Direzione generale delle Politiche Sociali dell’Assessorato dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale, e dalla Direzione generale dell'Organizzazione e del Personale dell’Assessorato degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione,e ha collaborato all’elaborazione della bozza di convenzione, allegata alla presente deliberazione, che tiene conto delle modifiche normative introdotte dall’art. 20 del decreto legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 3 agosto 2009, n. 102.

Tutto ciò premesso e considerato, l’Assessore propone alla Giunta regionale di:

- approvare la bozza di "Convenzione tra la Regione Autonoma della Sardegna e l’Inps in attuazione dell’ Accordo Quadro, di cui all’art. 20 decreto legge n. 78 del 2009, convertito in legge 3 agosto 2009, n. 102, tra il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e le Regioni per l’affidamento all’Inps delle funzioni concessorie nei procedimenti di invalidità civile, cecità civile sordità civile, handicap e disabilità", che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- di autorizzare il Direttore generale delle Politiche Sociali alla firma della succitata Convenzione.

La Giunta regionale, condividendo quanto rappresentato e proposto dall’Assessore dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale, visto il parere favorevole di legittimità del Direttore generale delle Politiche Sociali

 

DELIBERA

 

- di approvare la bozza di “Convenzione tra la Regione Autonoma della Sardegna e l’Inps in attuazione dell’Accordo Quadro, di cui all’art. 20 decreto legge n. 78 del 2009, convertito in legge 3 agosto 2009, n. 102, tra il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e le Regioni per l’affidamento all’Inps delle funzioni concessorie nei procedimenti di invalidità civile, cecità civile sordità civile, handicap e disabilità” che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- di autorizzare il Direttore generale delle Politiche Sociali alla firma della succitata Convenzione.

 

Il Direttore Generale

Gabriella Massidda

 

Il Vicepresidente

Giorgio La Spisa

 

 

Il trasporto aereo e le persone con disabilità - Formazione obbligatoria operatori aeroportuali - Corsi di base ed aggiornamento su indicazioni ENAC - E.Net - FISH
2009 - 2017   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione