Abruzzo: contributi veicoli, ausili e arredi

Aventi diritto
Le persone con permanente incapacità motoria e quelle con handicap grave (art. 3, comma 3 della Legge 104/1992) accertato dall'apposita commissione operante in ogni ASL.

Per che cosa
Il contributo, nella misura del 20% della spesa sostenuta può essere richiesto all'ASL di appartenenza, oltre che dai disabili motori titolari di patente speciale per la modifica degli strumenti di guida (agevolazione già ammessa a livello nazionale dall'articolo 27 della Legge 104/1992), anche dai familiari conviventi di disabili motori non titolari di patente per l'adattamento al trasporto di autoveicoli.
Le persone disabili in situazione di gravità possono richiedere contributi per l'acquisto di ausili, attrezzature ed arredi personalizzati che permettano di risolvere le esigenze di fruibilità della propria abitazione e per strumentazioni tecnologiche ed informatiche per il controllo dell'ambiente domestico e lo svolgimento delle attività quotidiane.

Contributi previsti
La Regione stanzia annualmente i fondi in proporzione ai potenziali destinatari. L'Abruzzo, inoltre, con la recente Legge n. 79 del 2000 ha previsto per gli invalidi civili, per servizio, sul lavoro, per i sordomuti, e per i ciechi, che dispongano di reddito proprio o ai familiari che ne dimostrino la convivenza da almeno cinque anni e abbiano assicurato loro un'assistenza continuativa, un contributo non superiore a lire 30.000.000 se intendono costruire un alloggio in cooperativa costituita da almeno il 60% di soci invalidi o di nuclei familiari aventi a carico uno o più disabili. I soci delle cooperative possono utilizzare il contributo per ciascun alloggio nella seguente modalità: abbattimento di oneri concessori, realizzazione e predisposizione di impianti speciali nell'alloggio di automazione e sicurezza, abbattimento degli interessi sul mutuo prima casa.
La norma prevede, comunque, la concessione della medesima agevolazione anche a singoli invalidi o a nuclei familiari aventi a carico uno o più disabili non deambulanti che intendano costruire in proprio la prima casa

Normativa di riferimento
Legge Regionale - Regione Abruzzo- 20 giugno 1980, n. 60
"Interventi a favore dei cittadini portatori di handicaps."(BUR 21 luglio 1980 n. 36)
Legge Regionale - Regione Abruzzo- 28 luglio 1998, n. 57
"Modifiche ed integrazioni alla L. R. 20 giugno 1980, n. 60. Interventi a favore di cittadini portatori di handicaps, già modificata ed integrata con L. R. 28 agosto 1981, n. 34." (BUR 4 agosto 1998, n. 16)
Legge Regionale - Regione Abruzzo- 28 aprile 2000, n. 79
"Cooperative edilizie costituite principalmente tra cittadini disabili e invalidi" (BUR 9 giugno 2000, n. 16)

(a cura di Nadia Zamai, per gentile concessione della rivista "Mobilità")

 

Condicio - Dati e cifre sulla condizione delle persone con disabilitā
2009 - 2019   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione