Nota Ministeriale - Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Direzione Generale per l'organizzazione dei Servizi nel Territorio - 17 Settembre 2001

"Integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap"

Prot. n. 8

Pervengono a questa Direzione Generale segnalazioni e proteste da parte di Associazioni di settore, su alcune situazioni che si sarebbero verificate in numerose scuole relativamente all'integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap, riguardanti in particolare il numero massimo di alunni per classe e l'assistenza materiale.

Ciò premesso si ritiene opportuno richiamare l'attenzione dei soggetti in indirizzo affinché vengano attivate iniziative idonee a dare risposta alle questioni sollevate nel rispetto della vigente normativa.

In merito al numero di alunni per classe nei casi in cui è inserito un alunno disabile si rinvia all'art. 3 del D.L. 3 luglio 2001, n. 255 convertito in legge 20 agosto 2001 n. 333, che richiama il D.M. 24 luglio 1998 n. 331 come integrato dal D.M. 3 giugno 1999 n. 141 che pone il numero massimo di 20 alunni per classe, purchè sia esplicitata la necessità di tale riduzione in relazione ad ogni specifico caso di integrazione, senza superare però il limite massimo di 25 alunni.

Qualora inoltre si verifichi la presenza di più alunni disabili nella medesima classe, si ricorda che essa può essere prevista solo in ipotesi residuale e solo in caso di handicap lievi.

 

 

FOCUS

In Progress

HandyLex Calabria
in collaborazione con FISH Calabria
HandyLex Sicilia
in collaborazione con Coordinamento H
HandyLex Sardegna
in collaborazione con ABC Sardegna
HandyLex Lombardia
in collaborazione con Ledha
2009 - 2020   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione